Skip to content

Le strade di Milano


Milano in analogico – rullino #1

Milano in analogico – rullino #1

Turisti del passato

Quando vidi questi due turisti asiatici, proprio dietro al Duomo, notai subito il loro abbigliamento, insolito per dei ragazzi dei nostri giorni. Avevano dei cappelli di paglia, come quelli che si usavano negli anni ’50 e stavano consultando una mappa cartacea della città, nessun cellulare e nessuna applicazione. Dei nostalgici, degli ammiratori di quegli anni o dei turisti del passato?

Urban skaters

Vi ho già raccontato della zona della Stazione Centrale e dei suoi turisti, di sicuro questa è la zona di Milano che frequento più spesso, essendo un pendolare. Oggi però non vi parlo di turisti, ma vi presento dei ragazzi con una grande passione, degli skaters di tutte le età che fanno delle scalinate e delle pendenze della piazza un vero e proprio skatepark.

The man who can’t be moved

Era lì, immobile da qualche minuto, forse era già lì da tempo, appoggiato alla ringhiera dell’uscita della metro. Chi stava aspettando? Stava aspettando qualcuno? Stava ammirando la città? Aspettai per un po’, poi me ne andai, lui rimase lì. Forse è proprio lui ‘The man who can’t be moved’ che vive nella canzone degli ‘The Script’.


All images © 2018 Pietro Dipace